C'è una ragazza che legge

Editore: EtroMirroR Ed. Musicali

Autore Giovanni Casalegno

Artisti: Erika Azzarello, Thierry Lair ( Francia) Roberta Cavalleri

La grafica è a cura dell’artista Roberta Cavalieri, sua infatti è l’immagine di copertina Rilettura di Monet. Sarà presente con il moderno in art digitale, con il passato e la sua rilettura, con il ritocco fotografico d’autore dal vecchio al nuovo.

Pagine: 44, formato catalogo d’arte A4 orizzontale

Copertina: morbida

ISBN: 9788831261012

Euro 15

C’è una ragazza che legge sono 10 mini-racconti inediti dello scrittore Giovanni Casalegno. Ragazze diverse, luoghi diversi, vite diverse, sogni diversi. Sono tutte qui, in pochissime pagine. Regalano spezzoni di lettura, spezzoni di vita con la loro semplicità ed eleganza. Questo libro nasce quasi per caso, da un semplice “leggi e dimmi che ne pensi”, attraverso un rapporto tra scrittore e editore. Io, reputo quel giorno importante.

Questo perché, da uno semplice scambio di idee e considerazioni è nato o meglio rinata la strada da percorrere. In un momento di stallo si è creata una sinergia di forze artistiche, fra lo scrittore e gli artisti che partecipano al testo. Non solo, grazie alla fantasia e un foglio, si è innescato un rapporto fra varie nazioni, un rapporto che va oltre la lingua e la cultura.

La ragazza che legge è una spinta che dà vita all’utopia: è il sogno di fare cultura, è la speranza che l’arte non muoia.

Attraverso questa semplice lettura, da “brividi”, perché pulita, quasi classica e in parte ottocentesca, possiamo affacciarci ad un’immagine moderna.

Il primo racconto è ambientato alla Tate Gallery. Come idea iniziale, infatti, il quadro di Theodore Roussel (1847-1926) Ragazza che legge, 1886-87, doveva essere la copertina.

Un viaggio nel passato per entrare nel presente e portarsi nel futuro. Ma qualcosa è cambiato nel viaggio, nella lettura e nell’immagine, si è scelto un percorso rivisitato del passato ovvero, “Rilettura di Monet” di Roberta Cavalieri, dalle parole di Giovanni “è perfetto! sta guardando verso il basso, come se leggesse, è concentrata, pensierosa, è dolce, c'è la divisione tra ombra e luce e tante altre suggestioni”

Un passato che non deve essere scordato, ma solo accantonato per vivere il presente, per assaporare il gusto della nuova identità artistica, piena di sfaccettature, pennellate, pixel e tante esperienze di vita che si affacciano attraverso lo scritto e l’immagine.

Per me la Ragazza che legge diventa un sogno che si avvera e un nuovo modo per vedere il futuro.

Sinossi:

L’idea che ha acceso la prima fiammella per queste piccole storie è stato un libro: Woman Who Read are Dangerous (Abbeville Press, 2016), che ha provocato suggestioni e seduzioni. Ogni storia è nata da incroci con ricordi, desideri, altri libri, altri quadri, altri luoghi ed è nata questa catena di brevi racconti che accendono una luce su donne deboli e forti, tristi e feroci, sognatrici e innamorate, ragazze che inseguono la vita o ne fuggono via, ma sempre e comunque un libro fa loro compagnia. Ogni racconto rinvia al successivo, che a sua volta riprende spunti dai precedenti e anticipa altre storie ancora da scrivere.

La ragazza che legge non vuole smettere mai, la ragazza che legge non morirà mai.

Gli artisti

Erica Azzarello, con Gravity.

“Con la trasformazione cadere e rialzarsi, credere e sognare”

Thierry Lair i suoi lavori? Portano lo sguardo ad una nuova lettura, l’immagine in trasparenza è la rappresentazione di ciò che appare oltre lo sfondo.

Condividimi
Back to Top

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.